Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 07:05 - 28/5/2015
  • 458 utenti online
  • 22576 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
BASKET

L’A.S. Pistoia Basket 2000 Giorgio Tesi Group comunica che, in data odierna, il direttore sportivo Giulio Iozzelli, a seguito di un incontro con i dirigenti del club, ha informato la società della propria volontà di proseguire nel proficuo rapporto di collaborazione che lo lega ai colori biancorossi da ormai otto stagioni

VOLLEY LA FENICE

Il giusto finale per una bella stagione, a Bottegone nell'ultima di campionato le ragazze di Beconi vincono la sesta gara consecutiva dimostrando, tutte, una netta crescita

MTB

La manifestazione che da l’anno scorso è anche raduno gratuito per atleti diversamente abili, non propone i classici due o tre percorsi come fanno tutte le altre manifestazioni, ma ben quattro: Corto, Medio, Lungo e Granfondo, tutti piuttosto impegnativi dal punto di vista altimetrico

CHITI SCHERMA

Marco Gori e Luca Murana raggiungono la finale dei campionati italiani assoluti di scherma emergendo dal solito girone infernale che è la coppa Italia di spada, alla quale, ad Ancona, hanno partecipato qualcosa come 420 atleti per giocarsi i 16 posti a disposizione

KARATE

Nel kata (forme) la giovane atleta della palestra Master Fitness del maestro Marco Morelli ha vinto due medaglie d'oro bissando il risultato ottenuto agli europei in Russia dello scorso anno

PISTOIA

Altri due nuovi ingressi nel consorzio Pistoia Basket City, che sfiora così le trenta adesioni nei suoi primi quattro mesi di vita. Questa settimana entrano infatti fra i consorziati Studio09 e Gioielleria Nardi

BASKET

A conclusione della seconda stagione di serie A, e alla vigilia di giorni che potrebbero essere caratterizzati da qualche cambiamento, l’A.S. Pistoia Basket 2000 Giorgio Tesi Group desidera rivolgere un sentito ringraziamento all’indirizzo degli attori principali di un’altra annata ricca di soddisfazioni

CHITI SCHERMA

Doppia medaglia...in famiglia per la Chiti ai campionati europei master che si sono svolti a Porec in Croazia

OMAGGIO

Da poco è stata ristampata la biografia in versi che Cesare Zavattini dedicò all'artista Antonio Ligabue, occasione per ricordare a cinquant'anni dalla scomparsa, questo randagio pittore che scorrazzò per le campagne di Gualtieri spesso schernito ed emarginato.

ESTASI VISIVE
di Simone Magli

Dopo averci offerto una panoramica su Pistoia, la nostra città, Simone Magli sceglierà e vi proporrà delle foto più generiche scattate nel suo quotidiano: dettagli e immagini associati a un titolo che avrà il compito di definirle e rafforzarle. 

QUARRATA FOLK FESTIVAL

Si svolgerà il 26 e 27 giugno a Quarrata, presso il complesso monumentale della Villa Medicea La Magia, la prima edizione del “Quarrata Folk Festival”

SCUOLA MABELLINI

La Scuola si apre alla città al 18 maggio all'11 giugno con il ricco cartellone di concerti, protagonisti gli allievi. Questo il calendario dei concerti

ESTASI VISIVE
di Simone Magli

Dopo averci offerto una panoramica su Pistoia, la nostra città, Simone Magli sceglierà e vi proporrà delle foto più generiche scattate nel suo quotidiano: dettagli e immagini associati a un titolo che avrà il compito di definirle e rafforzarle

MOSTRA

La mostra si snoderà nei due spazi della galleria in una suggestiva serie di scatole di varia forma e dimensioni rappresentative della sensibilità dei due artisti, Fabio De Poli e Piergiorgio Colombara. La mostra resterà aperta fino al 6 giugno 2015.

PROVINCIA

Anche quest’anno l’Ecomuseo della Montagna Pistoiese partecipa ad “Amico Museo”, la rassegna di iniziative primaverili nei musei del territorio promossa dalla Regione Toscana, con tre eventi speciali

ESTASI VISIVE
di Simone Magli

Dopo averci offerto una panoramica su Pistoia, la nostra città, Simone Magli sceglierà e vi proporrà delle foto più generiche scattate nel suo quotidiano: dettagli e immagini associati a un titolo che avrà il compito di definirle e rafforzarle

Cosa potrà salvarci, cosa ci sarà che possa sbocciare .....
Tu pensi che possa cambiare qualcosa?. . . .
Una .....
Da lontano si stagliava nella leggera foschia, l'antica .....
Quel giorno passò rapidamente e nel cielo vespertino, .....
Cucina biologica, volersi bene anche a tavola!
Nasce BioChef .....
Confcommercio Montecatini Terme organizza per il mese di Maggio .....
Salve,
sono una traduttrice di formazione universitaria con .....
Cerco lavoro nella cucina di un ristorante: cosa devo sapere .....
Cianchi Loretta
Bardelli Mauro
Marraccini Grazia
Quarrata
PIstoia
Zampini Anna
Mati Loriana
Gherardini Alba
SERRAVALLE
San Lodovico di Tolosa: il santo che salvò due volte Serravalle

9/5/2012 - 16:04

E’ stato da poco presentato il progetto di restauro dello splendido San Lodovico di Tolosa di Donatello, capolavoro in bronzo conservato presso il Museo dell’Opera di Santa Croce a Firenze; l’iniziativa è inserita in un’ampia campagna di restauri in attesa della mostra sulla scultura rinascimentale prevista nel capoluogo toscano per il 2013.
C’è un altro monumento, tuttavia, che rappresenta il giovane santo e che merita di essere ricordato non solo per il suo valore artistico, ma anche e soprattutto per quello affettivo: è la statua di San Lodovico esposta all’interno della Chiesa di Santo Stefano a Serravalle Pistoiese, attribuita dalla storica dell’arte Fiamma Domestici a Benedetto Buglioni (artista formatosi presso Andrea della Robbia e autore, tra l’altro, di alcuni ornamenti del fregio dell’Ospedale del Ceppo di Pistoia).
L’opera, restaurata dalle allieve dell’Opificio delle Pietre Dure, è particolarmente cara agli abitanti di Serravalle Pistoiese. Poche persone, del resto, sono devote al loro santo protettore come questa popolazione, per i quali San Lodovico di Tolosa non è un semplice nome sul calendario, ma l’identità e l’essenza stessa della comunità.
Alle spalle del Santo vi è una graziosa leggenda che narra come, nella seconda metà del XIII secolo, un bambino forestiero costretto a chiedere la carità avesse trovato ospitalità presso il castello di Serravalle. Quel bambino altri non era che Lodovico D’Angiò (1274-1297), figlio del re di Francia che, dopo aver rinunciato al trono a favore del fratello Roberto, indossò il saio francescano divenendo prima Vescovo e poi, dopo la morte avvenuta ad appena 23 anni, Santo. Egli si sarebbe ricordato della generosità degli abitanti di Serravalle quando, nel 1306, rispose alle loro preghiere salvandoli dal saccheggio dei Lucchesi, che avevano appena finito di razziare Pistoia. Secondo la leggenda, il Santo apparve sugli spalti del castello avvolto da una nube splendente, con una spada fiammeggiante in una mano e il pastorale nell’altra; i Lucchesi furono effettivamente respinti e Serravalle, riconoscente, fece di San Lodovico il proprio patrono, appellandosi a lui in tutti i momenti di difficoltà. Si dice che il Santo abbia salvato Serravalle anche durante la Seconda Guerra Mondiale, quando impedì la detonazione del treno carico di esplosivo che i tedeschi in ritirata volevano usare per distruggere il paese.
La ricorrenza del benevolo Santo viene celebrata solennemente ogni 19 agosto, anniversario della sua morte; da sette secoli, la tradizione si rinnova con la partecipazione affettuosa di tutta la popolazione, che da generazioni coltiva nei confronti di San Lodovico una devozione vivissima.
Giorno dopo giorno, il profondo legame che unisce Serravalle Pistoiese a San Lodovico continua ad essere testimoniato dalla bella statua di Benedetto Buglioni, che presenta il Vescovo con guanti e mitria, mentre il piviale ricopre l’abito francescano; con il braccio sinistro il Santo trattiene amorosamente il modellino del paese circondato dalle sue mura. Il messaggio è chiaro: nessuno oserà attaccare la città, finché questa sarà custodita da San Lodovico.
 
di Elisa De Montis

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: